Aborto: riflessioni a riguardo

L’aborto è dato dall’interruzione spontanea o procurata della gravidanza.

La frequenza dell’aborto spontaneo è in rapporto alle cause climatiche – ambientali o alimentari; l’aborto procurato è invece dato dalla decisione dei medici per la salute della donna oppure dalla donna stessa decisa a non portare avanti la gravidanza.

Nel caso dell’aborto spontaneo è chiaro che la colpa non è della donna, m è evidentemenete un evento dovuto alla natura; è una cosa che fa male, che fa soffrire, forse ingiusta.

Nel secondo caso, invece, il discorso è molto diverso: l’aborto procurato è il modo più orribile di togliere la vita. Dal momento in cui si concepisce un bambino, il bambino è già una persona vera e propria! Non è perché è grande come una punta di spillo che non ha diritti e dignità! E’ incredibile che si possa non accettare un bambino! E’ piccolo, un puntino, quasi invisibile, ma è gia una persona vera e propria! Ha diritto alla vita come qualsiasi essere vivente!decisioni come queste si prendono se non si afferra il vero sensodella vita: il più delle volte si abortisce per non diventare ragazze madri o per non volere un figlio che scombussoli i propri piani di vita. Ma la vita non ci appartiene, ci è stata data solo in dono: Colui che la dirige e le dà validità è solo Dio, è Lui che ha dato all’uomo “un alito di vita eterna” e solo Lui può dare e togliere la vita!

Rachele Rossi
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in Aborto, sacralità vita. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...