La Terra vista da lontano, molto lontano

Marte,un pianeta incantato, fantastico. Con gente cordiale e gentile. L’aria pulita e profumata, il cielo sempre limpido e senza un filo di nuvole, la luce di ALFA-185 con i suoi raggi inonda tutto il pianeta….Ma ultimamente è cambiato tutto…qui a Marte è cambiata ogni singola cosa: l’aria è irrespirabile, pesante e asfissiante, la gente sembra impazzita, è sempre più scortese , il cielo è sempre plumbeo e mette angoscia. Non si riesce neanche a vedere la pallida luce di ALFA -185.

Insomma Marte è in subbuglio ed è impossibile viverci!

Spesso vado a rifuggiarmi nel Sistema solare per sfuggire dalla realtà di Marte, solo lì mi sento sicuro e tranquillo, solo qui mi sembra di rinascere nell’aria calma e chiara, dove ogni rumore è sospeso e i colori brillano nel cielo azzurro…Ah quanto amo perdermi a guardare le piogge di asteroidi! …Dal Sole si vede l’intero Universo e tutti i pianeti che lo compongono: Giove, Plutone, Venere, Saturno, le Stelle…Infine c’è il piante azzurro(chiamata anche Terra), il mio preferito.

Chissà come è veramente, da qui sembra una delle sette meraviglie del mondo. Tutti dicono che sia un pianeta stupendo, incantato. Dicono anche che sia popolato da strani esseri, i famosi ESSERI UMANI. Vederlo da qui su è emozionante, con tutte quelle sfumature di azzurro e bianco intenso…Scommetto che la Terra è tutto il contrario di Marte: l’aria pulita e respirabile, gente cordiale gentile e simpatica, la luce della stella Sole che la inonda, il cielo sempre chiaro e senza nuvole. Basta ho deciso, voglio visitare il Pianeta azzurro, niente e nessuno potrà fermarmi .Preparo la mia valigia e parto con la mia navicella, per arrivare ci vorranno almeno 2 giorni.

Finalmente sono atterrato…Che viaggio stressante! Due giorni rinchiuso in una navicella. Ho solo bisogno di respirare l’aria pulita e fresca della Terra.

Ma cos’è, non c’è nemmeno l’ombra di un essere umano. E poi tutto è così strano, non sembra affatto il pianeta di cui tutti mi hanno parlato, non sembra il Paradiso che per anni ho immaginato! Sembra Marte, anzi è anche peggio!

Non c’è un suono, non c’è un rumore, non c’è un movimento né un’ombra…Regna il silenzio assoluto! Non ci sono né foreste né prati né laghi né mari…solo ruderi su ruderi .Le abitazioni sono bruciate e carbonizzate e c’è un forte odore di carne bruciata. Il cielo è plumbeo, pieno di nuvole che promettono molta pioggia. Addirittura Marte, nel suo caos, è 1000 volte meglio di questo pianeta oscuro e misterioso!

Ma cosa ne sarà stato degli Esseri umani? Cosa sarà successo al Pianeta Terra? E perché è diventato un pianeta così inospitale? Forse un buco nero? Un’eruzione ha sommerso l’intero pianeta? Un terremoto ha fatto crollare tutto?

Una grande tristezza mi pervade. Questo pianeta desolato mi trasmette una profonda angoscia. Con esso è morto anche il mio sogno fanciullo di un pianeta bello e cordiale. Invece qui tutto è desolazione e morte: i ruderi sono ancora fumanti e profonde voragini si aprono nel terreno.

Bzzzbzzzbzzzbzzz….Le mie strumentazioni rilevano altissimi tassi di radioattività…le lancette sembrano essere impazzite. Bzzbzzzbzzzbzzzbzzz…Mi guardo attorno cercando di scorgere la fonte delle radiazioni. Nulla. Nessuno. Silenzio. Fumo. Scuoto la testa, desolato e deluso, mentre i miei piedi si muovono con difficoltà su della ferraglia arrugginata. Bzbzzbzbzzzzz….bzbzbzzzzzzzzzzz….Il trillo si acuisce sempre di più. Mentre chino la testa per spegnerlo, scorgo tra le macerie la superficie concava e arrugginita di quella che si dovrebbe chiamare una testata nucleare….

Mi fermo a riflettere. Accarezzo più volte la superficie ruvida. Ecoo cosa è stato, ecco perché non c’è vita su questo pianeta. L’avidità, la superbia e l’egoismo hanno ucciso questo bel pianeta, hanno devastato intere civiltà, distrutto il futuro di tanti esseri umani…E pensare che la terra era il gioiello del sistema solare! Ora quel che resta è solo un cumulo di macerie.

Non accadrà questo al mio pianeta. Ora che ho visto dove può arrivare l’insensatezza, la mancanza di rispetto dell’ambiente e l’egoismo, ho il dovere di salvare Marte dalla distruzione! Devo salvare il mio pianeta, se non voglio che finisca come la Terra! Salgo sulla stessa astronave con la quale ero partito per fuggire da Marte: io che ne ero fuggito, ora vi ritorno con una ragione in più per amarlo!

Andrea Maccaroni

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...