La violenza sulle donne

Negli ultimi tempi in TV sentiamo delle notizie sconcertanti, riguardanti la violenza: ragazzi che bruciano un barbone per divertimento o che assalgono un operaio per prendere i suoi soldi.

Ma negli ultimi giorni, si fa un gran parlare anche delle donne che, purtroppo, sono vittime della violenza più brutta: lo stupro, un reato crudele, spietato, senza giustificazione. Chi di noi non è stato colpito dal fatto di Guidonia, dove, nella notte di capodanno, si è consumata l’ennesima violenza?

Ma perché accade tutto questo? Perché la donna è considerata oggetto?

Fin dall’antichità la donna è sempre stata vista come oggetto, possesso del padre e poi del marito, di cui doveva essere serva: il suo dovere era esclusivamente quello di occuparsi della casa e dei figli.

Da allora sono stati fatti numerosi passi avanti, ma ancora non si è riusciti a porre un freno all’emergenza della violenza.

In Italia la donna si è emancipata, dal 1946 ha diritto di voto, ha diritto all’istruzione e può aspirare a coprire ruoli e posti importanti nella società. Malgrado ciò, però, la donna viene ancora considerata oggetto: lo possiamo capire dai tanti fatti di cronaca riguardanti la violenza sessuale o dal mercato della prosituzione.

Nonostante la donna abbia raggiunto traguardi importantissimi, è ancora lunga la strada da fare.

Aurora Trinchieri

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in donne, violenza. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...