Scusa Beppino

Da italiano spero che chiunque abbia sfruttato il caso Englaro per aumentare lo share del proprio programma televisivo chieda prima o poi scusa a Beppino Englaro. Scusa perché l’ Italia si è dimostrata un paese crudele, incapace di capire la sofferenza di un uomo che stava per perdere la figlia. Beppino Englaro non tifava né per la vita, né per la morte. Si è trovato davanti ad una scelta estremamente difficile: o continuare a vedere la propria figlia, ad averla ccanto, ma immobile, perennemente sdraiata su un lettino d’ospedale, aspettando impaziente la morte, oppure porre fine alle loro sofferenze, decidendo per la morte definitiva di Eluana. Beppino Englaro, in questo emigma, ha scelto la seconda opzione, ben cosciente che qualsiasi decisione avrebbe preso, ci sarebbe stato qualcuno non d’accordo. Mai si sarebbero voluti vedere i manifesti “Beppino boia”… Boia è chi ha scritto questo, perché ha ucciso la serenità di un padre che doveva affrontare la più difficile delle decisioni.

Non entro nel merito della giustezza o no della decisione presa, ma di una c osa sono sicuro: della sincerità e dell’onestà del padre di Eluana. Perché le immagini che vediamo in tv ritraggono sempre Eluana prima dell’incidente? Perché suo padre non ha mai consentito ai fotografi di entrare nella stanza dell’agonia? Perché non ha voluto far vedere sua figlia con il viso deformato, smunto, gonfio, le orecchie callose e la bava che cola, un corpo senza espressione e senza capelli? Beppino Englaro non ha voluto vincere con la forza del ricatto dell’immagine ha voluto vincere con la forza che permette all’essere umano, in quanto tale, di poter decidere il proprio destino.

Beppino, scusa a nome di tutti.

Andrea Maccaroni
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...