Terrore e paura

Soldato,

di te non rimangono

che due occhi

oscurati

dalla crudele

realtà.

Inerte

vedi svanire

speranze di vita.

Paura incombe

la mente.

Solo un fucile

puntato ai nemici.

Solo un muro

a proteggerti.

Solo mille frammenti

di roccia destinati a morire

nel vento.

E lacrime di fuoco in tempesta

sovrastano

terrore e paura.
Giada Cianfriglia
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in guerra, poesia, scrittura creativa. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...