Si ricomincia: INSALATE DI FIABE-IA



Ok, ragazzi, deposti i panettoni e presi 2/3 kg, possiamo tranquillamente riprendere con il nostro lavoro! 😉

Dove eravamo rimasti?
Ma sì, alle nostre fiabe!
E dopo i chili in più…perché non farci…qualche insalatina?
Ma…insalate di fiabe!!!


E’ un lavoro molto creativo, divertente: prendete un po’ di Cenerentola, mescolatela con i sette nani fuggiti dal castello di Farqad e diretti verso l’Isola che non c’è, girate per bene, aggiungete uno spicchio di mela avvelenata e…buon appetito!!!



Eccovi intanto la prima insalatina, di Flavia!

————————
Il lupo padrone del castello
In un grande castello vivevano Fiona, Shrek ed un lupo che da tempo controllava chi entrava e usciva. Il castello aveva un grandissimo giardino dove si incontravano tanti personaggi delle fiabe.
Un giorno il lupo, mentre Fiona gli portava da mangiare, così si rivolse alla giovane Orchessa:
– Sai Fiona… io sono stanco di stare fermo impalato qui a controllare chi passa… Sai che ti dico? Che se tu e quell’orco verde di tuo marito non mi date una parte di castello, farai una brutta fine!
-Ma cosa dici? Io non te la darò mai una parte del castello!
-Ah si? Allora io non ti lascerò andare e se Shrek vorrà riaverti dovrà superare delle prove…
E in un batter d’occhio Fiona venne rapita…
Shrek, non vedendo più tornare la deliziosa mogliettina, si cominciò a preoccupare e a chiedere al vicinato:
-Ciao Cenerentola! Per caso hai visto passare di qui Fiona? Sai, non la riesco a trovare!!!
-No, mi dispiace, non l’ho vista per niente oggi!
Ciuchino!!! Hai visto fiona per caso?
-No Shrek, mi dispiace non l’ho vista!
Chiese a tutti e chiese a lungo, chiese a Biancaneve, ai 7 nani e al Gatto con gli stivali, ma niente da fare: tutti gli risposero di non averla vista. Fece perfino dei volantini con su scritto:
OFFRESI RICOMPENSA
PER NOTIZIE MIA ADORATA FIONA

Il giorno seguente Shrek ricevette una lettera: 
Se in tre giorni tre palazzi costruirai
Fiona indietro tu riavrai…

-Non ci riuscirò mai da solo! Devo cercare qualcuno che mi aiuti!…Ma sì, certo! Mi farò aiutare da Biancaneve e i 7 nani, poi da Ciuchino e dal Gatto con gli stivali… riuscirò a costruire tre bei palazzi! Ci riuscirò e Fiona sarà di nuovo mia!
E fu proprio così: grazie alla loro forza e al loro impegno riuscirono a costruire 3  splendidi palazzi in soli 3 giorni.
Quando il lupo li vide, rimase col fiato in gola e divenne verde di rabbia. Così ringhiando annunciò: 
Dopo aver costruito 3 palazzi
la prossima prova non sarà un gioco da ragazzi
dovrai prendere una stella
la più grande,la più luminosa e la più bella.


Shrek non si perse d’animo: subito si precipitò da Aladino a chiedergli se per caso lo avrebbe portato in cielo per prendere una stella:
– Certo che ti aiuterò amico mio! Il mio tappeto non teme sfide! Che vuoi che sia acciuffare una stella!
Subito salirono sul tappeto volante e….Viaaaa!!!!
Volarono tra pianeti e galassie, satelliti e nebulose e come se niente fosse…zac…shrek riuscì a prendere la stella più bella.


Il lupo si sarebbe morso la coda da solo…Maledetti! E ringhiando annunciò di nuovo:

Un labirinto dovrai trovare
ma 3 soli amici potrai portare


-Un labirinto? E dove lo trovo…-pensò Shrek. Ma la voglia di rivedere Fiona non lo fece abbattere. Subito corse nel Paese delle Maraviglie e chiamò Alice:
Alice, tu di labirinti te ne intendi…. mi aiuteresti a trovarne uno?
-Ma certo! E porto con me Pongo e Pegghi…con il loro fiuto da segugi potranno esserci d’aiuto! Vero amici?-
-Certo Alice!-risposero in coro i due dalmata.
E così, tutti insieme si misero alla ricerca del labirinto. Camminarono per tre giorni e per tre notti e, proprio quando tutti stavano perdendo le speranze, nel bel mezzo del bosco fatato Pongo e Pegghi urlarono:
– Eccolo! Ecco il labirinto! Entriamo!
Entrarono tutti ed in poco tempo si trovarono davanti Fiona e il lupo:
– E bravo Shrek! Così sei riuscito a trovare la strada giusta ed in poco tempo!
-Lascia Fiona! mantieni la tua parola, se sei un lupo d’onore!
-Mai e poi mai!- ringhiò il lupo

D’improvviso dal buio spuntò fuori una sagoma rossa, con un fucile tra le braccia:
-Ah sì, lupo? Sei proprio così sicuro?! Sputa subito fuori la nonna!
E un colpo riempì l’aria.
Cappuccetto Rosso!!! Ma cosa fai qui?
-Non dovevo forse riprendermi la nonna?!
-Grazie Cappuccetto, ci hai salvato la vita!- gridarono in coro Sherk, Fiona, Alice e i due porcellini..
– Di niente… siamo o non siamo amici?- rispose la bambina -E tu nonna come stai?-
-Bene nipotina mia…un po’ sgualcita, ma bene!

Tutti esplosero in una grassa risata e insieme si diressero al loro castello, pronti a gustare tutti insieme le squisite torte della nonna…
A proposito: nessuno fu più messo a guardia del castello.!


Flavia Mercuri
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in insalata di fiabe, scrittura creativa. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...