Aiuto, ho dei Guinizzelli e dei Cavalcanti in classe! -II A

Ahahahah!!! Si, si, lo devo ammettere, i miei ragazzi di IIA sono dei bravi poeti d’amore!
A conclusione del breve viaggio a cavallo tra la poesia d’amore del Medioevo e delle poesie dei cantautori moderni, ho deciso di dare libero spazio alle mie penne, di sguinzagliarle e di …farle poetare d’amore!
Che versi e che emozioni hanno tirato fuori!
—-

Le poesie che state per leggere, Arringovisitatori, sono il risultato del percorso fatto attraverso i secoli nella poesia d’amore: passando da Dante e Da Lentini a Vasco Rossi e Zucchero e da Cavalcanti a Tiziano Ferro (vd post precedente), i ragazzi non solo hanno ormai capito che noi siamo inevitabilmente il risultato dei secoli che ci hanno preceduto, ma anche che la tradizione letteraria non è affatto una “cosa lontana e inutile”, ma è parte integrante di noi. 
Per questo, in queste 4/5 settimane, ho alternato lo studio dei “classici” a video su You Tube, lettura e analisi di sonetti a gruppi di lavoro e studio su testi di canzoni scaricati dai ragazzi, libro di testo a mp3…e per “verifiche”, mi sono divertita a spiazzare i miei alunni con tabelle di confronto tra Guinizzelli e Samuele Bersani o Dante e Lucio Battisti. 🙂
Tutto questo non unicamente per rendere più  “accattivante” la materia, ma perché solo attualizzando il passato, solo mostrando come il tutto sia un unicum flusso di sentimenti ed emozioni, i ragazzi possono sentire i poeti come compagni di viaggio e leggere nei loro componimenti i loro stessi sentimenti.
Perché infatti insegnare letteratura se non per mostrare ai ragazzi che i loro tormenti sono quelli di un Dante o di un Montale o altri, se non per insegnargli a tirarli fuori, senza censura alcuna?
Letteratura come viaggio per l’espressione di sé...
E per questo, fatemelo dire, la adoro…

Buona lettura Arringovisitatori!
(e ancora complimenti ai miei poetucci…)
————————————-
Amore e odio
Non ce la faccio più
Ma io ti odio,
ti amo e ti odio,
ti odio e ti amo.
Sono confuso.
Tu mi fai soffrire.
Non mi consideri,
non mi guardi,
non mi dai nemmeno un po’ della tua amicizia.
Ti odio.
Ma poi ti guardo.
Sei bella,
simpatica e intelligente.
Ti amo.
Ma poi mi tratti male.
Non mi parli,
mi fai male e
io soffro molto.
Ti odio.
Tanto.
E penso a noi.
Alle lunghe chiacchierate,
ai sorrisi,
alla nostra amicizia che purtroppo è finita.
Ti amo.
Tanto.
Ma sembra tu te ne sia dimenticata.
Non ci pensi mai a noi,
al nostro vecchio legame e non mi consideri più un amico.
Ti odio.
Davvero molto.
Ma sei unica, speciale,
straordinaria.
Come il nostro tempo passato insieme.
Ti amo.
Davvero molto.
E continuo ad essere tormentato.
In bilico su una sottile linea tra odio e amore.
 
Roberto Gargiuli
————————————————
Un mondo senza te
Un mondo senza te non ha senso,
non esiste un mondo senza te.
Un mondo se non ci sei tu non è un mondo:
è un’oppressiva sofferenza,
un’agonia lenta,
un mondo senza te.
Un mondo senza te è
un mondo in bianco e nero,
un mondo senza sole
un mondo senza stelle,
un mondo senza fiori,
alberi, frutti,
e senza te.
Un mondo senza te è
uno stupido limbo,
una continua tortura,
un inferno in terra,
una sofferenza logorante.
È un mondo senza te,
luce, amore, fiori,
vita, felicità.
Un mondo senza te è
Un mondo vuoto. 
Roberto Gargiuli
—————————————-
L’amore….

Ti guardo incantata,
il mio cuore vuole uscire;
vuole prendere per mano il tuo cuore
e insieme fare passeggiate infinite.
I tuoi occhi
illuminano il lungo viaggio verso te;
i tuoi capelli mi fanno sentire ricca,
ricca di te.
Sogno le tue candide labbra
posarsi sulle mie…
Quando vicino a me ti siedi,
i miei occhi si illuminano.
Vorrei baciarti,
fare una pazzia.
Ti guardo lì,
triste e sperduto:
ma tu non sei sperduto,
ci sono io al tuo fianco
e insieme supereremo ostacoli e paure.
Se tu non ci fossi,
io non esiterei
un momento a cercarti,
anche nei luoghi più buii…
Perchè so,
che se ti trovo
tutto in me cambierà.
Maria Apostol
————————————————————————————-

Perché sei così lontano?

Non passa giorno che non ti penso
Sei sempre nei miei pensieri giorno dopo giorno
E a casa dopo cinque ore con te
Mi sento sola imbarazzata dalle persone che mi circondano
Voglio solo te ma come faccio ad averti e non sei:         
                      
                   con me,vicino a me,senza te non vivo.
 
Sei unico però lontano da me
Giochi e scherzi con le altre
E non ti importa che soffro
Mi avvicino e ti scansi
Mi avvicino e non mi dici niente
Voglio solo te ma come faccio ad averti se non sei:
 
                   con me,vicino a me,senza te non vivo
 
sei unico speciale un ragazzo come te non c’è ma soprattutto
un’ amico come te non esiste:
Ti voglio bene.


Enrica Maccaroni
—————————————–

Ti prego, perdonami!
Ti  prego non ce la faccio senza te…
Sento di averti perso e le cose che mi hai detto mi hanno ferito,
se tu mi perdoni io farò finta di niente,
senza te la mia vita non esiste:
 
 ti prego perdonami ho sbagliato anche io
 
ti voglio tanto bene, e credo di averti perso e quindi
di aver perso una parte del mio cuore senza te non vivo,
io non ho senso senza te…
 
ti prego perdonami!
 
Sei il mondo che vorrei,sei il mio cuore che batte
a mille al secondo quando ti vedo,sei la mia anima,
sei un pensiero che mi tormenta giorno e notte.
Mi sorprendo quando mi parli di noi quando mi parli
Della nostra amicizia…rovinata per una sciocchezza…
 
 Ti prego perdonami!


Enrica Maccaroni 

—————————- 

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in cavalcanti, da lentini, Dante, poesia, poesia creativa, poesia d'amore, stilnovismo, stilnovo. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Aiuto, ho dei Guinizzelli e dei Cavalcanti in classe! -II A

  1. Anonymous ha detto:

    oddio enricaaaa mi hai commosso con tutte e 2 le poesie!!anche io vorrei riavere una persona che sento di aver perso:prof ci manchi terribilmente!!!bravissimaaaaaaaaaaaaaaaa baci rakele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...