Tanto per ricominciare in allegria…ripartiamo parlando di cimiteri! -IA

Hey, che fate, ragazzi…non si fanno quei gesti…è un cimitero, mica altro!!! Suvvia…😀
 
Che c’entra un cimitero con noi? 
C’entra c’entra…
Domani riprenderemo il lavoro sulla descrizione dei luoghi, ma, come al nostro solito, in modo divertente (…già immagino i decibel in classe…): la tecnica è quella del BINOMIO FANTASTICO (di rodariana memoria) che altre volte abbiamo utilizzato. Alcuni di voi scriveranno un luogo, reale o fantastico (bosco, Marte, castello tra le nuvole) e altri scriveranno una caratteristica -vissuto- che può associarsi ad un luogo (ordinato,  trafficato, verdeggiante, impolverato…); poi ognuno di voi ( o ogni coppia, se preferite) sceglierà due biglietti e dunque un’associazione e…allora si che ci sarà da ridere a leggere quello che vi toccherà descrivere! Ahahahaha!
 
Ma sapete che ci sono stati per davvero “folli come noi” che  si sono divertiti a costruire luoghi strambi? Non ci credete? 
Allora guardate qui
 
 
Si tratta del CIMITERO ALLEGRO del villaggio di Sapanta, in Romania…Che ve ne pare?! A me piace molto! se cliccate qui, potete leggere come diamine è venuta in mente questa idea a un contadino romeno, certamente un po’ bizzarro ma simpaticissimo!
Nelle prossime puntate, passeremo poi a descrivere le persone e a immaginare…chi può mai vivere nei vostri luoghi strampalati!
 
Buon divertimento ragazzi e vediamo chi meriterà la pubblicazione su Arringo!
 
ps: a me una lapide colorata e scherzosa mica dispiacerebbe😉
 
 
 
 
 
 

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in binomio fantastico, descrizione, descrizione luogo, scrittura creativa. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Tanto per ricominciare in allegria…ripartiamo parlando di cimiteri! -IA

  1. elisa ha detto:

    meraviglioso… Cristina… che idea fantastica ….bravissimi!!

  2. Cristina Galizia ha detto:

    Grazie Elisa! Torna a trovarci spesso!

  3. Gianni Marconato ha detto:

    Ragazzi, il buonumore non mancherà di certo durante le vostre lezioni come non mancherà anche la possibilità di apprendere. Chi diceva che imparare è sofferenza? Voi e la professoressa Galizia siete la dimostrazione vivente dell'opposto. Ma, attenti, che a fine anno verrò io farvi gli esami!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...