Chiesa troppo ricca? – IIIA (Roberto Gargiuli)

Oggi, in classe, si è tirato fuori l’argomento Chiesa. Infatti una ragazza la ha accusata di essere troppo ricca e a questa affermazione la classe si è letteralmente divisa in due:

  • da una parte tutti quelli che erano a favore di questa affermazione;
  • dall’altra tutti coloro che invece proteggevano l’ente religioso.
Si è così arrivati ad un infervorato dibattito! Il primo schieramento accusava la Santa Sede di sprechi ed eccessi, soldi e gioielli che invece avrebbe potuto donare in opere di bene;
il secondo la proteggeva affermando che un discorso del genere riguarda tempi antichi ma ormai la chiesa , privata del potere temporale, si è incamminata in un sentiero di spiritualità e profonda religiosità.
Il dibattito andato avanti per tempo non ha trovato vincitore e allora io qui ve lo ripropongo!

Siamo certi che in passato la Chiesa non è stata uno stinco di santo e che anzi è stata alquanto accentratrice come ci racconta Belli nelle sue poesie in romano. Certo erano altri tempi e per questo papa Giovanni Paolo II ha chiesto anche scusa, ma oggi?

La chiesa si è davvero redenta? Oppure ha ancora troppe ricchezze? Ed è ancora corrotta come una volta o è davvero cambiata? Predica ancora bene ma “razzola” male oppure “razzola” anche bene!?

Ora lascio a voi la parola per un argomento così attuale che spero vi interessi.

vi lascio anche qualche immagine…

Roberto Gargiuli


———————-

Ciao Roberto
è molto positivo l’uso del blog quale prosieguo dei dibattiti avvenuti in classe, affinché, come dico io, non siano solo “chiacchiere strategiche” per evitare compiti più onerosi. Sai anche quanto ci tenga al dibattito, che, come ripeto ormai da anni, non considero “tempo perso”: tuttavia è ora (dato che ormai avete buone conoscenze e una certa capacità critica ) che ai luoghi comuni si sostituiscano idee argomentate, approfondite, di QUALSIASI COLORE SIANO (altra cosa che, come ben sai, mi sta molto a cuore e che non mi stancherò mai di ripetere). Vorrei che da questo e altri dibattiti ne derivassero coscienti e non ideologiche prese di posizione


Raccolgo la sfida del dibattito e già sai che per alcuni aspetti saremo su posizioni diverse 😉
Ma ben venga il contrasto, stimolo di altre idee e ed altri contrasti ancora.


Aspetterò però che intervengano prima i tuoi compagni, poi scriverò qualcosa io, anche a commento dell’impostazione del post da te scritto.

Che il dibattito abbia inizio, anzi riprenda!
Chi suona il GONG? 😉
La prof
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in Corruzione Chiesa. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Chiesa troppo ricca? – IIIA (Roberto Gargiuli)

  1. Lucia Testa ha detto:

    Mi preoccupo io di suonare il gong. E dico che in fondo la mia posizione già la conoscete. Io sono consapevole dell'attuale corruzione della chiesa. Ma non per questo me ne tiro fuori. Sono una cattolica e per questo sto con la Chiesa nel bene e nel male. Come in ogni situazione e in ogni contesto nell'ambito clericale ci sono i frutti acerbi che danno una cattiva immagine. Ma non per questo la Chiesa si presenta come un organo interamente corrotto, anzi. Per molti versi segue strade del tutto positive.Entrando invece nella ricchezza, bé, è pur vero che la Chiesa possiede tesori di inestimabile valore (venerdì sono stata ai giardini vaticani, s. Pietro e Paolo)E si c'è da ammettere che trasudano ricchezza. Ma non sono forse tesori appartenenti a tutti? Se si vendessero quegli stessi beni a scopo di ricavarne denaro per fare beneficenza, molto del patrimonio culturale MONDIALE andrebbe perso per sempre. Allora perché oltre a vendere l'intero Vaticano non vendiamo anche tutte le opere del DA Vinci, oppure del Caravaggio, del Bernini e tutto il patrimonio culturale che il mondo possiede? Se proprio si crede che limitare "SPRECHI ED ECCESSI" sia una soluzione al problema, allora cominciamo noi a limitare, se proprio ci interessiamo così tanto della causa. Perché la Chiesa sarà pur vero che spende e spande…ma noi? Se stiamo qui a giudicare il clero, è perché ci interessa, e perché vogliamo che questo mondo migliore…Allora anziché giudicare a più non posso, iniziamo noi a guardarci dentro e imparare dai nostri errori. Limitare gli eccessi, e fare spazio alla rinuncia. In modo tale che una volta raggiunto questo scopo possiamo cominciare a lapidare la Chiesa…p.s.Rob dovremmo cotinuare il discorso iniziato sabato…

  2. Maria Grazia Fiore ha detto:

    Due righe forse un po' off topic rispetto alla specificità dell'argomento discusso (la ricchezza della Chiesa intesa come "apparato ecclesiastico") ma che riportano il primo pensiero che mi è venuto in mente quando ho letto il commento sopra: la Chiesa siamo noi, come mi fu detto tanti anni fa.La Chiesa è qui, è qui ed anche nei sacri palazzi :-). Ma basterebbe che tutti smettessero di far battezzare i propri figli per una generazione e di tante cose non parleremmo più. Forse dobbiamo cominciare a parlare di certi argomenti in prima persona e non disperderci dietro i paraventi che furbamente altri ci offrono per evitarci assunzioni di responsabilità…Il Vangelo non si può delegare ad altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...