I "dintorni di Petrarca "- produzione/esercitazione-IIA

Cominciato a toccar con mano il mondo medievale, stilnovistico e petrarchesco, i ragazzi hanno sempre più interiorizzato e fatto proprio quel modus vivendi e cogitandi
E siccome è vero, come è vero, che si impara (anzi si apprende) quanto più si fa in prima persona, quale modo migliore di apprendere “Petrarca e dintorni” scrivendo nei “Dintorni di Petrarca?” 🙂


Così ho chiesto ai ragazzi di scrivere loro delle poesie d’amore, dedicate alla propria lei/lui o ad una donna immaginaria, usando i topoi studiati…
Giudicate voi, lettori e visitatori, i loro componimenti.

Voi ragazzi, invece, usate il blog per commentare la vostra stessa poesia o quella dei vostri compagni: scegliete voi se spiegare la funzione espressiva delle strategie da voi usate o piuttosto narrare i sentimenti provati nella scrittura/lettura…
La prof.
————–
Amore mio 

Donna che sei 
entrata nel mio 
cuore, dal primo 
giorno che ti 
ho visto. 
Mi hai conquistato 
con la tua dolcezza 
i tuoi capelli dorati 
come il sole, 
i tuoi occhi azzurri 
come il cielo. 
Amore mio non 
riuscirò mai a dimenticarti, 
sei la mia unica 
ragione di vita,senza di te 
non sono nessuno, 
tu mi dai la forza 
di vivere. 
AMORE MIO 
TI AMO!!! 
Emanuele Codispoti

E il vento mi parlava di lei


E il vento mi parlava di lei ,
accompagnava ogni suo dolce passo.
Io ero li,
come un’anima solinga
che ha bisogno di abbracciare 
con due mani la felicità: 
Lei.
Gli occhi si perdevano nell’immensità
Di quel viso sincero,
che scherzava con la bocca , dipinta
di mille e mille petali rossi 
e un brivido viaggiava dentro me.
Era come se il mio fragile cuore 
Divenisse peso delle sue mani
Così angeliche da riuscire ad alzarlo
E farmi volare.
E ancora quel vento tra me  e lei: 
come una voce alzava i suoi capelli d’oro colato
e il perdeva nel mio sogno.
Sembravo un bambino in cerca della sua mamma,
la cercavo, la volevo affannosamente.
Il corpo, quello suo,
era come se sapesse a memoria 
la melodia della mia anima.
Avevo bisogno di amarla.
Avevo bisogno di lei, così perfetta, così se stessa,
come un albero ha bisogno delle  sue radici.
Il sole non lasciava mai
Il suo sguardo,
voleva illuminarla nel cammino.
Ma già c’ero io ad abbracciarla.
Era mia.
Cecilia Bernardini
(per spronare tutti ad usare i video come modo di narrare, ho trasformato la poesia di Cecilia in video)

Amore


L’amore è…
gioia, felicità…
l’amore è come un fuoco che arde sempre,

non si spegne mai,
 anche se passa il tempo


l’amore è la cosa più bella può capitare 
l’amore è puro come gli occhi di un bambino,
l’amore lancia la sua freccia, la piaga può solo crescere 
e non diminuire,
ma colpisce solo i cuori nobili!


l’amore sono lacrime,
ma anche gioie 
l’amore fa pulsare il cuore
 fino a che non si ama follemente
ma pulsa solo per chi sa riconoscerlo


Gli occhi sono il padre dell’amore 
gli occhi generano l’amore 
senza gli occhi non potremmo leggere
nei cuori
e conoscere il miracolo dell’amore  
Marta Trinchieri

Adesso vivo 

e vivo per te 

e per il vostro amore. 

Sei il mio tesoro inestimabile. 
Adesso, anche se ho sofferto tanto, 
ogni mio desiderio viene a compimento, 
si tramuta in gioia. 
Adesso sono felice 
e anche se il mondo fosse tutto mio, 
senza te sarebbe nulla! 

Flavia Mercuri, Marta Trinchieri, Guglielmo Ruggeri e Daniele Giustiniani.

Alla donna amata

Ho visto l’amore, 
un brivido ma buono 
che dagli occhi 
palpita dritto al cuore. 

Ho visto la bocca vostra, 
una rosa profumata 
in un giardino primaverile 
quanto bella sete! 

Ca per lo vostro sguardo 
delicato, 
il mio cielo illuminato 
di tante piccole stelle brillanti. 
E li occhi, 
quelli vostri così lontani eppure 
così vicini, 
sono il sole di una mattinata spenta 
nei miei. 
Di gioia mi vesto! 

Ho visto l’amore 
per voi, 
come una luce abbagliante 
dopo la tempesta. 
Nel mio cuore solo 
il vostro nome 
risuona come il dolce cantico di un passerotto. 
Quanta la felicità! 

Donna amorosa, 
a voi mi inchino come nessuno mai. 
Sete l’isola mia più bella, 
in cui io mi sono perso, 
sete il fiore più bello del mio giardino 
cui io ho pescato, 
sete il letto mio più caldo dopo tanto freddo, 
in cui mi sono riposato e 
ho trovato l’amore.
Cecilia Bernardini


Con gli occhi blu mare mi fissò
con quei capelli biondo chiaro li mosse al vento
il cuor mio per un secondo smise di battere
per la bellezza di quella donna sovraumana
i miei occhi si fissarono nei suoi
e le feci capire il mio amore
sembrava un Angelo mandato dal paradiso
con la purezza del suo corpo
pulito,leggero e delicato
Ti penso… Ti amo… Ti voglio.
Non ti dimenticherò mai più
resterai per sempre nella mia mente
e nel mio cuore.

Gioele Denni

La vita è sapere amare. 
La vita è amore. 
La vita è saper odiare. 
La vita è l’odio. 

Se non si è capaci 
ad amare 
e ad odiare 
non si è capito 
cosa vuol dire 
vivere.
Ilaria Tolomei



Come servo m’inchino
al suo cospetto.
Il cielo non brilla
se non c’è la stella più bella,
il suo sguardo
m’allieta la vita.

ò dea mia
più lucente della luce
più divina d’una regina
più sensuale d’una pantera
mi spinge ad amarti
sempre più.

Fior del mio campo
più rende aulente aulore
che supera rose e fiori
e il vostro incarnato
assomiglia al frutto più succoso
nato dall’albero dell’amor.

Il mio cuore canta
il mio cuore senta la gioia
che mai finisce
il mio cuore ama solo
te , amor mio.

Donna fedele 
donna saggia
donna affascinante
gran gioio sento
vivo in allegranza,
e un canto eleva a te
o mia signora

 Costanza Testa(ispirandosi a Gioiosamente canto di Delle Colonne)


Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in Cristina Galizia, letteratura, Petrarca, poesia creativa, poesia d'more, scuola poetica siciliana, stilnovismo. Contrassegna il permalink.

2 risposte a I "dintorni di Petrarca "- produzione/esercitazione-IIA

  1. Costanza Testa ha detto:

    prof! grazie x averci pubblicato le nostre poesie! Viste dal pc sono ancora più belle sai?

  2. Cristina Galizia ha detto:

    Certo che sono belleE quando ne avrete scritte altre, insieme a queste, ne faremo una seconda raccolta, ok?ciao Costanza, a domani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...