La storia cantata: gli inni comunisti- IIIA

Veniamo ora agli inni del comunismo.

Il più famoso, quale inno del Partito, è Bandiera Rossa, il cui riferimento alla rivoluzione bolscevica del ’17 è evidente, seppur la banidera rossa fosse anche di tradizione italiana, essendo stata tra i vessilli della Spedizione dei Mille. La melodia è di tradizione popolare (molto orecchiabile, anche perché fonde due melodie molto diffuse nella tradizione orale del 1800) e molto probabilmente cantata già in epoca garibaldina (con testo diverso).

La melodia di Bandiera rossa divenne famosissima nel ‘900: venne usata (come altri canti fascisti) dagli arditi durante la Grande Guerra, dagli operai durante il «Biennio rosso» (biennio di scioperi operai tra il 1919-20), e persino dai fascisti . Nel 1921 gli squadristi cantano: 


“Avanti popolo alla riscossa
ai comunisti si rompe l’ossa”.

Questa strofetta passa nel repertorio dei neofascisti e ripresa addirittura negli anni Sessanta, durante le contestazioni studentesche tra destra e sinistra, diventando: 
“Avanti popolo alla riscossa
dei comunisti vogliam le ossa
dei socialisti vogliam la pelle
per far salsicce e mortadelle”.




Avanti o popolo alla riscossa
bandiera rossa bandiera rossa
avanti o popolo alla riscossa
bandiera rossa trionferà
Bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
evviva il comunismo e la libertà
Degli sfruttati l’immensa schiera
la pura innalzi rossa bandiera
o proletari alla riscossa
bandiera rossa trionferà
Bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
il frutto del lavoro a chi lavora andrà
Dai campi al mare, dalla miniera
dall’officina, chi soffre e spera
sia pronto è l’ora della riscossa
bandiera rossa trionferà
Bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
soltanto il comunismo è vera libertà

Non più nemici non più frontiere
sono i confini rosse bandiere
o comunisti alla riscossa
bandiera rossa trionferà
Bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
nel solo comunismo è pace e libertà
Falange audace cosciente e fiera
dispiega al sole rossa bandiera
lavoratori alla riscossa
bandiera rossa trionferà
Bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
bandiera rossa la trionferà
evviva il comunismo e la libertà

Inno dei partiti socialisti (e poi comunisti) europei, divenne fin da subito L’Internazionale.

Composta da un operaio rivoluzionario francese, Eugenio Pottier, nella estate del 1871, divenne il canto più diffuso del proletariato rivoluzionario mondiale, l'”inno dei lavoratori”, la canzone degli oppressi, per poi diventare canto di partito:

Compagni, avanti!
Il gran Partito noi siamo dei lavorator.
Rosso un fiore in noi è fiorito
una fede ci è nata in cuor.

Noi non siamo più nell’officina,
entro terra, pei campi, sul mar,
la plebe sempre all’opra china
senza ideale in cui sperar.

Su lottiam!
L’Ideale nostro alfine sarà,
l’Internazionale, futura umanità!
Un gran stendardo al sol fiammante
innanzi a noi glorioso va,
noi vogliamo per esso giù infrante
le catene alla libertà!

Che giustizia venga, noi vogliamo
non più servi, non più signor!
Fratelli tutti esser vogliamo
nella famiglia del lavor.

Su lottiam!
L’ Ideale nostro alfine sarà,
l’Internazionale, futura umanità.

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in Cristina Galizia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...