L’ONU a scuola! IIIA

L’ultimo giorno di scuola, abbiamo avuto il congresso ONU a scuola!!!
Cooosa? Non ci credete? Non ci ritenete tanto importanti???


E allora sentite cosa è successo! 

A ridosso degli esami di terza, la stanchezza come le attività da fare erano tante, mentre poco era il tempo da poterci dedicare…
E così, Marinela Komini ha avuto una bellissima idea per ripassare in modo creativo e attivo i Paesi studiati quest’anno o gli anni scorsi…legandoli a situazioni reali, legandoli cioè ad un vero e proprio congresso!!!

Il congresso sarebbe stato così organizzato: 

  • ogni ragazzo avrebbe scelto a proprio piacimento uno dei Paesi studiati quest’anno o gli anni scorsi o approfonditi autonomamente;
  • ne avrebbe estrapolato i punti di forza e/o le problematiche economiche e sociali;
  • le avrebbe esposte alle altre Nazioni presenti, chiedendo un intervento concreto e collaborativo per la risoluzioni di eventuali conflitti.



L’idea è piaciuta moltissimo, sia a me che agli altri ragazzi.


 Così, nonostante la mole di lavoro degli ultimi giorni, alcuni ragazzi si sono imbarcati in questo ennesimo gioco, approfondendo autonomamente laddove le conoscenze non erano sufficienti per una relazione. A questo, i ragazzi hanno aggiunto…una divertentissima scenografia: dalle bandierine (fatte con cartaigienica e vinavil e asciugate col fono fino a mezzanotte ahahahahah!), all’abbigliamento, agli accessori! 


E così hanno esposto, uno alla volta, la propria relazione, impersonando goliardicamente il proprio presidente o ministro, entrando nella parte al punto da poterne fare una parodia sagace e divertente: e così gli Usa (che erano ancora di Bush, in barba all’elezione di “Yes, we can”), rinnovavano accordi con l’Inghilterra, ma già dimostravano attriti con Gheddafi, mentre Karzai non risparmiava toni di invettiva per la politica estera americana!!!


E’ stato divertentissimo, perché il clima “carnascialesco” dei travestimenti ha permesso ai ragazzi di “giocare ai potenti”, di impersonarli, entrando nella loro logica o rendendosi conto sulla propria pelle delle enormi contraddizioni tra i discorsi e l’agire, tra la ragion di stato e il buon senso.


A differenza dei potenti, tuttavia, i nostri rappresentati, però, alle 11.15 si sono stretti assieme e si sono pappati patatine e Coca-Cola!!! 😀


Un bell’esperimento, che conto di riproporre, lavorandoci su!

Oggi per allora, GRAZIE ragazzi!


Eccovi alcune foto!!!


La prof
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in geografia, ONU. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...