Ciao – IIIA

Siamo al traguardo finale, ragazzi di IIIA.
Di strada insieme ne abbiamo fatta tanta e avete anche imparato a camminare da soli.
Non aggiungo molte parole: Arringo è qui che testimonia quanto avete scritto, riflettuto, approfondito. Parla lui per me, o meglio, i vostri testi parlano per voi.
E quando vorrete, in futuro, fare un tuffo nel passato o avrete voglia di…”seguire” ancora le nostre lezioni, Arringo (e io) staremo sempre qui.


Pubblico, quindi, la poesia che vi ho scritto nella pergamena datavi a scuola. 

Buona vita ragazzi
E sognate alto.

La meditazione

La nostra paura più profonda
non è di essere inadeguati.
La nostra paura più profonda,
è di essere potenti oltre ogni limite.
E’ la nostra luce, non la nostra ombra,
a spaventarci di più.
Ci domandiamo: ” Chi sono io per essere brillante,  pieno di talento, favoloso?”
In realtà chi sei tu per NON esserlo?
Siamo figli di Dio.
Il nostro giocare in piccolo,
non serve al mondo.
Non c’è nulla di illuminato
nello sminuire se stessi cosicchè gli altri
non si sentano insicuri intorno a noi.
Siamo tutti nati per risplendere,
come fanno i bambini.
Siamo nati per rendere manifesta
la gloria di Dio che è dentro di noi.
Non solo in alcuni di noi:
è in ognuno di noi.
E quando permettiamo alla nostra luce
di risplendere, inconsapevolmente diamo
agli altri la possibilità di fare lo stesso.
E quando ci liberiamo dalle nostre paure,
la nostra presenza
automaticamente libera gli altri.
Nelson Mandela

Vi voglio bene, ragazzi!
Con affetto, la prof
Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in poesia. Contrassegna il permalink.

6 risposte a Ciao – IIIA

  1. alex ha detto:

    bellissimo!!!

  2. Flavia ha detto:

    GRAZIE PROF! ❤

  3. Testa Costanza ha detto:

    prof come non dimenticare te e arringo! faremo sempre qualche salto nel blog! ;D questi tre anni sono passati velocemente, ma i momenti passati insieme non li dimenticheremo MAI! grazie prof…grazie di tutto!!! <3<3

  4. Cristina Galizia ha detto:

    Hey ragazzibello leggervi!Il testo della poesia è bellissimo: invita a non aver paura alcuna, soprattutto a non avere paura di risplendere per quello che si è. Invita a lottare con le insicurezze e col timore di spiacere a qualcuno se si tenta di dare il meglio: eppure è solo dando il meglio di noi stessi che potremmo fare giustizia di quello che abbiamo e che ci è stato donato; è solo dando il meglio di noi stessi che potremo contagiare l'altro a fare lo stesso…E insieme sperare in un mondo migliore.Sono stati anni belli quelli appena trascorsi insieme, fatti di tanto lavoro e sacrifici, di qualche cedimento, ma anche di tanta voglia di fare sempre meglio. Tra alti e bassi, abbiamo camminato tanto, qalche volta sbuffando un po', ma sempre pronti a fare cordata e a camminare ancora per un altro po', facendo pause solo quando eravamo veramente stanchi.Al termine di questi 3 anni, come vi ho detto più volte, non spero tanto che vi restino i contenuti (che fuggono col tempo), ma il sapore dell'impegno, dell'onestà, del sacrificio, della gioia condivisa e soprattutto della curiosità. Spero che vi resti l'idea che nulla è impossibile se lo si vuole veramente, che non esistono sogni irrealizzabili, che la società e politica migliore nascono solo e soltanto da noi, che l'impegno per il bene di tutti è la più alta forma di carità, che mai e poi mai bisogna accontentarsi se non si è tentato il tutto, che è un dovere morale e sociale dare il meglio di sé.Accidenti però…che modestia! :-)beh, se vi fosse restato anche solo un millesimo di quello che ho scritto, avremmo già cambiato il mondo.Io lo creod.Un abbraccio a tutti voi e buona vita.

  5. cecilia ha detto:

    cara prof,di questi brevissimi tre anni mi restera': in primis la sua grande passione nell'insegnare,il suo non perdere mai le "staffe"e i suoi incoraggiamenti.Grazieeeeeee per tutto.Cecilia 🙂 Nb:prof. arringo mi servira'in futuro per qualche lezione online di Latino con lei…..ahahahah buona vita anche a lei.

  6. Cristina Galizia ha detto:

    beh, la passione nell'insegnare è un gran bel complimento, grazie. Si, amo molto il lavoro che faccio, come amo voi, capocciones :-)Quanto al "non perdere mai le staffe", sappiate che mille e più volte v'avrei appeso alla lim a mo di manifesto, specie quando mi dicevate che avevate "paura" di qualcosa o che "non eravate capaci"! :-DDD Se siete ancora tridimensionali e non "formato manifesto", vuol dire che la paura di affrontare una difficoltà era solo un attimo e che eravate più che capaci a fare qualsiasi cosa :)Grazie Cecilia e grazie ragazzi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...