Territorio è Legalità: a lezione di fotografia_IIIA

Come sapete, i ragazzi di IIIA quest’anno saranno impegnati nel recupero della memoria storica del nostro territorio, nell’ambito del progetto “Territorio è Legalità”: i ragazzi realizzeranno delle video-interviste ai loro nonni o agli anziani del paese.

Abbiamo già improntato il lavoro, stabilendo linee-guida e tracce per le interviste. Oggi abbiamo affrontato anche l’aspetto tecnico della video-intervista, grazie alla collaborazione con Giovanni Testa, studente di ingegneria e appassionato di fotografia, che si è proposto come collaboratore. Di Giovanni, Arringolettore, è stata, infatti, l’idea di cogliere l’occasione di questi video per avvicinare i ragazzi anche al mondo della fotografia.

E così oggi, Giovanni ha illustrato ai ragazzi alcune modalità di ripresa (i “campi” fotografici”, esplicitando per ognuno la precisa funzione espressiva), ha spiegato l’importanza della luce e della sua direzione, ha suggerito importanti accorgimenti tecnici per realizzare le interviste. Qui di seguito, le slide di supporto usate:

Giovanni spiega le inquadrature:

20131119_134136 20131119_13360220131119_13360220131119_133634

Al via, poi, la parte pratica, con la spiegazione della luce, delle funzioni principali della telecamera, i passaggi da un’inquadratura all’altra in base a ciò che l’intervistato dice o fa, le alternative al cavalletto (in questo caso, i secchi dell’indifferenziata 😉 ), la posizione dell’intervistatore, la posizione del soggetto inquadrato (in questo caso la prof, di fronte al plotone d’esecuzione 😉 ):

20131119_13571620131119_13540820131119_135456 20131119_135450

Promemoria tecnico:

  • la posizione dell’intervistatore deve essere dietro alla telecamera;
  • la luce deve essere diffusa; in caso contrario, meglio usare una superficie bianca di riverbero (polistirolo, plastica, specchio…);
  • la parete di sfondo deve essere sufficientemente colorata e/o arredata, ma con pochi elementi di disturbo (libreria; carta da parati e quadri…);
  • meglio iniziare con una figura intera e poi stringere a una mezza figura, comprendendo le mani e la loro gestualità;
  • lasciare un po’ di spazio sopra la testa, evitando di ghigliottinare il povero intervistato;
  • usate il primo piano (sempre con spazio sopra la testa), quando l’intervistato sta riferendo una notizia di particolare rilievo, a vostro avviso;
  • se avete qualcuno che vi affianchi nella realizzazione del video e che abbia a disposizione un buon cellulare, potete anche chiedergli di fare  altri filmati di alcuni dettagli, posizionandosi lateralmente all’intervistato, senza che quest’ultimo se ne accorga e si distragga dalla telecamera principale. Questi filmati secondari potrete inframmezzarli al video-base, in modo da movimentare il tutto, senza, ovviamente, tagliare la traccia audio.

La prof e Giovanni

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in territorio è legalità. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Territorio è Legalità: a lezione di fotografia_IIIA

  1. soudaz ha detto:

    A reblogué ceci sur Il Blog di Tino Soudaz 2.0 ( un pochino) and commented:
    Molto interessante! Complimenti

  2. Nicola ha detto:

    Bravi ragazzi, Giovanni e la prof.!:)

  3. Pingback: Territorio è Legalità: Recupero della memoria storica_Regione Lazio:”Settant’anni dopo”_IIIA e Consiglio Comunale dei Ragazzi | Arringo

  4. Pingback: IIe e IIIe: Memoria e Territorio: interviste ai nonni | Arringo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...