Cantico delle creature_IIA

Chi segue Arringo sa che non c’è opera che non sia stata raccontata e narrata in modo ogni volta diverso, come il Cantico di San Francesco (QUI altri percorsi e attività sempre sul Cantio, fatti anni addietro).

Vediamo quindi di fare un’altra lettura anche quest’anno 😉

Dopo aver studiato come si fa una parafrasi ed aver fatto esercizi in classe e dopo aver compreso il senso generale, approfondiamo il messaggio del Cantico:

Il messaggio, pertanto, è estremamente attuale: ritorno all’armonia con il creato e con il Creatore come antidoto al senso di vuoto. Non ci credete?

Allora ascoltate questa canzone, nella più attuale e graffiante cover dei Negramaro:

Molti sono i punti di contatto con il Cantico…Ma a voi la scoperta! Eccovi, qui di seguito, i testi che abbiamo citato…Al lavoro! 😉

La prof

————–

Torno adesso dalla lezione…E scrivo grazie per l’attenzione e gli interventi di oggi in classe…Grazie.

Parlando del Cantico, i ragazzi mi hanno stimolato due storie, due racconti. Come gli ho promesso, li posto qui, con grande e-mozione e com-mozione: la storia di Simona Atzori e di Nik. A voi, ragazzi, fateli vostri nella vita!

Per chi vuole riflettere ancora sul Cantico, attraverso la storia di Nik, vi consiglio di cuore la profonda storia de “Il Circo della farfalla”, che poi commenteremo insieme a scuola, perché merita davvero di essere pensato e ri-pensato:

Ancora grazie.

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in cantico delle creature, letteratura e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Cantico delle creature_IIA

  1. claudia ha detto:

    Molto emozionante!

  2. Cristina Galizia ha detto:

    Vero Claudia! Molto bello il tuo lavoro di ricalco! Spero di riuscire a pubblicarlo senza perdere le animazioni!

  3. Pingback: L’uomo che vuole bastare a se stesso: il male di vivere/1_Leopardi_IIIA | Arringo

  4. Pingback: L’uomo che vuole bastare a se stesso: la ricerca dell’INFINITO_IIIA | Arringo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...