IIIA_Memoria e Territorio: Plastico di una trincea_Valerio Panci

Chi ci segue si sarà reso conto che l’attuale IIIA ha avuto da sempre le mani d’oro! Tutti i ragazzi hanno intelligenze manuali notevoli, grande creatività e ottima capacità di rimodulare la realtà (ri-mediare la realtà, direbbero gli studiosi dei media) attraverso materiali di facile consumo.

E ogni volta vedere i loro lavori mi lascia di stucco.

Da ultimo, ecco il plastico che VALERIO PANCI ha realizzato riproducendo una trincea e con essa alcune tecniche di combattimento tipiche della Grande Guerra: si vedono soldati nascosti in una lunga trincea, con sacchi di sabbia lungo il bordo, a far da barricata, soldati nelle retrovie, nascosti dietro muri di fortuna, rotoli di filo spinato nella terra di nessuno, enormi buche dovute a deflagrazioni, un mortaio e un biplano di legno in lontananza.

Un plastico davvero ben fatto, con precisione e accuratezza!

COMPLIMENTI VIVISSIMI A VALERIO!!!

La prof

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in memoria, Memoria e Territorio, prima guerra mondiale, ricordo, storia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a IIIA_Memoria e Territorio: Plastico di una trincea_Valerio Panci

  1. Giovanna Ferlisi ha detto:

    ecco la passione di cui parlavo! secondo voi rimarrà più impresso lo studio e l’impegno messo per realizzare questo lavoro o un’arida pagina di qualsiasi libro di storia?

    • Cristina Galizia ha detto:

      Grazie Giovanna per il commento e grazie per l’attenzione rivolta al bel lavoro di Valerio! E’ davvero un bel lavoro e, voglio scrivere qui per Valerio che ci legge, che il lavoro è stato molto apprezzato da tanti docenti e anche da alcuni militari, che hanno notato anche la precisione della riproduzione! Bravo!

      Grazie ancora Giovanna!
      A rileggerci!

  2. larobit ha detto:

    Passione, curiosità, entusiasmo sono la grande forza di chi vuole essere protagonista del proprio percorso di apprendimento.
    Valerio, bravissimo! Un lavoro di eccellenza, davvero. Chissà quanto tempo, pazienza, dedizione e studio c’è dietro a questo plastico! A te tutta la mia stima e il mio plauso 🙂 Alla tua insegnante, invece, rinnovo ancora una volta i miei complimenti per la sua straordinaria capacità di coinvolgere i suoi alunni (e pure chi la osserva con stupore e un pizzico di invidia) 🙂

  3. Gabriella Nanni ha detto:

    Caro Valerio … ti invidio , lo sai? Hai una precisione davvero incredibile e anche … una professoressa davvero in gamba! COMPLIMENTI !

  4. anna ha detto:

    Il mondo…è nelle tue “mani” !! Complimenti Valerio…e brava la tua prof.ssa !!! ❤ ❤

  5. Alessia Riccardi ha detto:

    Complimenti Valerio, ti dispiace se lo faccio vedere ai miei ragazzi? La tua prof è un faro per tutti noi, e tu sei un degno discepolo. Vi tengo d’occhio!

    • Cristina Galizia ha detto:

      Ciao Alessia! ben trovata! Oggi ho riferito a Valerio i complimenti ricevuti su fb e gli ho detto di leggere questi sul blog: è stato molto contento e soddisfatto e spero che anche lui commenti ringraziando di persona!
      Valerio ha un’autentica passione per i plastici: hai visto, per caso, quello che realizzò lo scorso anno sul Vajont? Te lo linko https://www.youtube.com/watch?v=kAnCbd6TG1g
      Ciao e a rileggerci! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...