IIA: Persone e popoli in viaggio: Polifemo, la violenza e la brutalità verso lo straniero

Persone e popoli in viaggio

————-

Prosegue la lettura e l’analisi dell’Odissea, con uno sguardo al messaggio attuale che essa ci trasmette. Dopo aver visto Calipso l’ammaliatrice che trattiene presso di sé Odisseo, solo a fini egoistici e  in cambio di una “vita di plastica” con lei, “Barbie girl“, (  la celeberrima canzone potrebbe essere tranquillamente una metafora di Calipso e Ogigia), dopo aver visto Nausicaa, colei che accoglie e ristora, che non si lascia vincere dal pregiudizio, ma aiuta Odisseo, bisognoso di ogni cosa, l’Odissea prosegue con l’incontro con Polifemo, incontro che, cronologicamente, è all’inizio del tormentoso viaggio verso Itaca.

Seduto alla mensa di Alcinoo, Odisseo racconta tutto quello che gli è accaduto e di questo Ciclope, brutto e brutale che ha aggredito e sbranato alcuni amici di Odisseo:

polifemo

 

Testo e analisi del brano di Polifemo

(da http://www.pianetascuola.it)

 

Abbiamo visto e analizzato che Polifemo:

  •  non si cura dell’obbligo dell’ospitalità e, di conseguenza, di chi arriva nella propria terra;
  • è un essere primitivo, come gli altri Ciclopi, che vive per sé, indifferente agli dei e anche agli altri fratelli;
  • conduce una vita sempre uguale a se stessa;
  • è un essere brutale, senza sentimenti, che risolve ogni difficoltà con la violenza;
  • viene abbandonato dai suoi stessi fratelli che, indifferenti anch’essi alla sorte del fratello che urla, non si curano di verificare cosa stia accadendo dentro la spelonca.

Abbiamo quindi ragionato insieme cosa possa rappresentare Polifemo. I ragazzi hanno detto: egoismo, indifferenza, ignoranza, cattiveria, violenza. E sì, Polifemo è il simbolo dell’uomo violento, a cui manca ogni altra risorsa e capacità per districarsi nella vita (tant’è vero che facilmente capitola di fronte all’astuzia di Odisseo), del violento, di chi respinge lo straniero in modo disumano, di chi lo aggredisce.

Su cosa ci spinge a riflettere la storia di Polifemo? Cosa rappresenta Polifemo per gli stranieri di oggi? A fare da contraltare all’ospitalità di Nausicaa, ecco invece il sentimento di esclusione, aggressione, rifuto di Polifemo, ai giorni nostri:

la giornalista che sgambetta e tira calci ai profughi in arrivo in Ungheria…

…il muro ungherese…

…razzismo sui campi da calcio…

…e tanto altro.

ATTIVITA’ DI RICERCA: da quotidiani, riviste, siti, trovare e leggere episodi di esclusione, razzismo, violenza contro lo straniero.

A voi la parola, ragazzi: inserite nei commenti i link alle vostre notizie, video o la sintesi di quello che avete letto sui giornali. E poi ditemi, è vero che….??? ;)))frasi-personaggi-polifemo-670x502

La prof

Annunci

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in epica, Odissea, persone e popoli in viaggio, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a IIA: Persone e popoli in viaggio: Polifemo, la violenza e la brutalità verso lo straniero

  1. riccardostorti ha detto:

    Complimenti. Come sempre sei assai stimolante!

  2. Pingback: IIA: Persone e popoli in viaggio: ancora su Polifemo | Arringo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...