IIA: L’Umanesimo_L’uomo che crede unicamente nella sua forza

Siamo arrivati a quei secoli che, nella storia, nella letteratura e nell’arte prendono il nome di Umanesimo.

Qui una breve sintesi, semplificata. (UMANESIMO )

In classe abbiamo parlato di quanto questa visione dell’uomo che confida unicamente in se stesso trapeli nell’arte del periodo: corpi muscolosi, masculini, vigorosi, da fare invidia agli uomini più palestrati di oggi!

Perché questo? Perché questo protagonismo del corpo?

Da un lato il ritorno alla perfezione del corpo greco (simbolo della perfezione della cultura greca tutta), da un lato il sottolineare che l’uomo, con la sua forza, può da solo dominare la sua vita e il suo mondo.

(Sulla sinistra una statua greca; sulla destra il David di Michelangelo, scultore-pittore umanista che riprende i modelli greci)

Risultati immagini per david michelangelo

 

In classe, abbiamo commentato, a questo proposito, i corpi tridimensionali, energici del Michelangelo della Cappella Sistina.

Qui di seguito, alcuni video per approfondire, se volete:

  1. Due video, di panoramica:

2) qui di seguito, l’inarrivabile Alberto Angela ( l’Alberto del mio cor…<3 😉 )

Vedete quanto l’umanesimo traspaia dalle pitture di Michelangelo?

Un’altra opera che vi può aiutare a memorizzare i concetti di Umanesimo è, tra le tante, il celeberrimo “Uomo vitruviano” di Leonardo da Vinci.

Risultati immagini per uomo vitruviano

Leonardo da Vinci fu un artista davvero completo, poliedrico: fu pittore, architetto, matematico, scienziato. Studiando l’architetto latino Vitruvio che aveva studiato le proporzioni del corpo umano in relazione all’architettura, Lenoardo studiò anch’egli le proporzioni del corpo umano per poi applicarle alla pittura e dipingere il più realisticamente possibile. Dal disegno che vedete sopra, emerge lo studio matematico che Leonardo fece dei rapporti, ad esempio, tra la testa e il corpo (la testa è 1/7 del corpo), tra l’apertura delle braccia e l’altezza (sono uguali) e tra tanti altri elementi del corpo. Nello studiare queste proporzioni, Leonardo intuì che un corpo umano poteva essere inscritto sia in un quadrato (simbolo della vita terrena), sia in un cerchio (simbolo del divino). Il disegno, dunque, non è solo uno studio geometrico-anatomico, ma anche un manifesto dell’Umanesimo: l’Uomo è al centro di tutto, vita terrena e vita divina.

Ma sarà davvero così?

Lo scopriremo nelle prossime puntate! 😉

Informazioni su Cristina Galizia

Docente di lettere nella Scuola secondaria di I grado IC San Vito Romano (Rm)
Questa voce è stata pubblicata in scrittura creativa, storia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a IIA: L’Umanesimo_L’uomo che crede unicamente nella sua forza

  1. Pingback: IIA: L’Umanesimo_L’uomo che crede unicamente nella sua forza — Arringo | Il Blog di Tino Soudaz 2.0

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...