Bibliotake: IIIA_Letture su “La sera” in letteratura e in arte

 

Bibliotake _ Il Blog

Dopo l’incontro che ha visto partecipare le classi quinte e prime medie sulla lettura in prosa (di miti) e in poesia (Il tuono di Pascoli), il progetto Bibliotake è continuato con le classi terze, dove Sara e Filippo hanno deciso di affrontare  un percorso tematico attraverso la poesia. Hanno scelto di affrontare il tema della SERA, attraverso Foscolo, Leopardi e Neruda (qui trovate la fotocopia data in classe).

Sara e Filippo hanno letto le poesie, le hanno commentate e si sono soffermati sia sull’importanza di una lettura espressiva del testo poetico, sia sul significato che i vari poeti davano alla sera e al notturno: ora immagine fatale della notte, ora compagna, ora luogo di riflessione e tormento interiore. La sera assume, quindi, per i tre poeti, significati diversi, accomunati però da un velo di tristezza e malinconia. Sara ci ha, poi, deliziato con la lettura in spagnolo della poesia di Neruda: i ragazzi hanno potuto ascoltare anche la musicalità caliente dell’español ;). Filippo ha poi chiuso l’incontro facendo esercitare i ragazzi nella lettura di una strofa del Canto Notturno, sottolinenando enjambents, pause a fine verso, pause della punteggiature, valore evocativo di alcune parole particolari.

L’incontro è stato seguito in videoconferenza dai ragazzi di quinta primaria dell’IC Messina di Roma (ins. Paolo Aghemo) e dai ragazzi della scuola media di Colobraro (prof.ssa Filomena Olivieri): Francesco, un bambino di Roma, è intervenuto leggendo anche lui il testo di Neruda in uno spagnolo correttissimo!


Passiamo ad un’analisi puntuale dei testi e ad appropriarcene, meditandoli e facendoli nostri.

1)La sera di Foscolo: leggete il testo, studiate la parafrasi e il commento. Poi rispondete a queste domande:

  • Che cosa rappresenta la sera per Foscolo?
  • Da che cosa lo capisci? Indica i versi e/o le espressioni
  • Quali figure retoriche sono presenti nel testo e quale è il loro valore espressivo?
  • Ci sono punti di contatto tra questa poesia e quelle che hai studiato (“A Zacinto” e “In morte di fratello Giovanni”) In cosa? Quali sono le tematiche in comune?

2) Ora guardate i quadri che la prof.ssa Salvati ha mostrato a lezione e ha commentato:

Rispondete:

  • Quali di questi quadri potrebbero essere associati alle poesie foscoliane? Perché? Accenna ai colori usati, agli spazi di composizione, alla presenza o no delle figure umane, etc.

3) Infine, passiamo ad usare le vostre conoscenze in un campo inesplorato, studiando da soli un testo non noto: leggete la poesia di Pascoli (qui una breve biografia), insieme alla parafrasi e al commento:

“La sera” di Giovanni Pascoli

Rispondete:

  • Come viene rappresentata la sera? E’ tranquilla? o no? Da cosa lo capisci?
  • Perché, secondo te, Pascoli usa tante esclamazioni?
  • Che rapporto c’è tra la sera e il poeta (vedi gli ultimi versi)?

4) Da ultimo, confronta i due testi, quello di Foscolo e quello di Pascoli (elabora una tabella a doppia entrata):

  • Come viene rappresentata la sera nei due componimenti? Con dati sensoriali o intimi? Quali? Elencali
  • Cosa rappresenta per i due poeti la sera?
  • Quale sensazione viene trasmessa al lettore dalla lettura dei due componimenti? Perché secondo te? Quali sono le figure retoriche che il poeta ha usato per trasmettere questo sentimento?

Consegnate sul quaderno. La verifica sarà valutata.

—–

A voi le foto dell’incontro di Sara e Filippo che hanno letto e commentato anche il “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia”, che riprenderemo in seguito, accanto anche a “Alla mia sera” di Leopardi.

Intanto ancora una volta ringrazio Sara e Filippo per la disponibilità e la sapienza con cui hanno condotto l’incontro, come anche ringrazio la prof.ssa Salvati che con cura e passione potenzia le nostre lezioni con la sua conoscenza!

A voi le foto!

La prof.

Pubblicato in bibliotake, biblioteca di classe, Foscolo, leopardi, neruda, poesia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Bibliotake: IIA Biblioteca di classe_incontro su “Florian del cassonetto”

Bibliotake

—-

E così, eccoci a riprendere l’attività di biblioteca di classe, con i nostri incontri con gli autori, già iniziati lo scorso anno. Quest’anno, però, abbiamo la novità di svolgere i nostri incontri insieme ai ragazzi di altre scuole, che amplieranno il pubblico della nostra libreria “Il paese dei libri”.

A riaprire gli incontri, Daniela Colaneri e Aurora Mercuri, nei panni delle sorelle di Florian, personaggi del bellissimo “Florian del cassonetto” di Ornella Della Libera. Le ragazzi, che hanno preparato l’incontro da sole, hanno scelto di indossare i panni di due perrsonaggi e di assumere quindi un punto di vista interno alla storia. Hanno raccontato la loro vita difficile nel campo nomadi e di come la loro vita, tuttavia, si sia arricchita quando la mamma ha trovato nel cassonetto…un fagottino, Florian. Daniela e Aurora hanno raccontato la vita di contrasti delle due sorellastre di Florian. Le ragazze, infatti, vengono escluse a scuola e nel mondo, per il loro modo di vivere, la loro cultura, il loro stato di indigenza; tuttavia, loro e la famiglia sono pronte ad accogliere una vita in più, un’altra vita difficile che sottraggono alla morte e a cui donano affetto e calore. Brave Aurora e Daniela!

I ragazzi della IIA hanno posto ottime domande ai due personaggi, tra cui:

  • Vi siete pentite di aver accolto Florian nella vostra faniglia?
  • Per voi era meglio rubare e fare un reato o non rubare ma essere oneste?
  • Cosa provavate quando per strada vi guardavano male e vi escludevano?

L’incontro si è svolto in videoconferenza con i ragazzi di Colobraro (MT), che hanno assistito a tutto l’incontro. Grazie alla loro insegnante Filomena Oliveri!

A voi le foto!

La prof

Pubblicato in bibliotake, biblioteca di classe, eTwinning, lettura | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Giorno del Ricordo 2017

Intero spettacolo Magazzino 18, di Simone Cristicchi

Magazzino 18 con Simone Cristicchi from Alessandro Rasman on Vimeo.

Pubblicato in giornata del ricordo, storia | Lascia un commento

Bibliotake: lettura espressiva per classi quinte e prima media

Bibliotake _ Il Blog

Il 2 febbraio scorso, il progetto Bibliotake ha visto l’ingresso operativo anche di ex alunni e ragazzi laureandi, disponibili a spendere le loro competenze con i ragazzi più piccoli.
Sara, ex alunna e Arringogirl, ex studentessa del liceo classico, oggi studia alla Università Cattolica di Milano, facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere, curriculum di Lingue, Comunicazione e Media; Filippo, ex studente di liceo classico, oggi iscritto a Lettere Classiche, si divide tra scuola di doppiaggio e scuola di recitazione ed è impegnato da anni nelle letture ad alta voce a scuola e nei teatri, in particolare Lecturae Dantis.

Sara e Filippo hanno deciso di avviare questa collaborazione partendo dagli alunni più piccoli, dalle classi ponte della quinta elementare e prima media, con lo scopo di dare qualche nozione di lettura espressiva.

Hanno scelto come tema quello dei miti della creazione: Filippo ha iniziato con la lettura della Genesi e Sara, invece, ha letto “L’origine degli dei” dalla Teogonia di Esiodo, facendo sentire ai ragazzi come si può leggere in maniera espressiva un testo in prosa. Hanno spiegato le pause e il valore della punteggiatura.

Si è passato, quindi, a far fare una esercitazione di lettura ai ragazzi: questa volta, ad essere letto a brani è stato Promèteo. I ragazzi, proponendosi con grinta, hanno letto parti del brano ad alta voce. In particolare, hanno dovuto drammatizzare le parti in cui il testo suggeriva un cambio di voce: Zeus che si arrabbia, Prometeo che borbotta, mormora

I ragazzi hanno quindi cominciato a sperimentare la modulazione espressiva  della voce, in un testo in prosa.

L’attività, quindi, è proseguita con la lettura di un testo in poesia, per far sperimentare ai ragazzi il potere evocativo delle parole. E le poesie di Pascoli ben si prestavano a questo intento: Filippo ha letto per loro “Il tuono”, marcando le pause a fine verso o gli enjambement, marcando le allitterazioni e le voci onomatopeiche. A turno, quindi, in piedi, i ragazzi hanno poi proclamato loro la poesia, cercando di rispettare i tempi e le modalità di lettura spiegate.

L’attività è stata condotta in videoconferenza con la scuola primaria dell’IC di Via Messina di Roma (ins. Paolo Aghemo), con la scuola media di Colobraro (ins. Filomena Olivieri) e con la primaria di Castel del Piano (ins. Nicoletta Farmeschi) che, con altri docenti, partecipano al progetto nazionale. Nonostante gli sgambetti di una connessione non sempre al massimo e delle casse un po’ precarie, i ragazzi sono riusciti a seguire tutta l’attività e a porre qualche domanda a Sara e Filippo! Bravi ragazzi e grazie proff!

A chiusura, un GRANDE GRAZIE a Sara e Filippo, non solo per averci insegnato con perizia qualcosa in più, ma ancor di più per averci donato parte del loro tempo e del loro sapere!

Qui di seguito le foto!!! (la registrazione della videoconferenza è disponibile solo per i docenti del progetto).

La prof

Pubblicato in bibliotake, biblioteca di classe, eTwinning | Contrassegnato , , , , , | 1 commento

Memoria e Ricordo attraverso i Giusti

Introduzione al periodo storico
presentazione


A voi ragazzi, per i vostri lavori di presentazione sui Giusti tra le Nazioni alcuni link:

QUI potete trovare un elenco dei Giusti Italiani ( e anche QUI, in basso nella pagina)

Alcuni nomi  e materiali per i giusti italiani:

Tra i giusti stranieri:

  • Oscar Schindler: ebrei salvati con…le pentole Wikipedia
  • Irena Sendlerowa: l’infermiera polacca dei bambini articolo

Giusti del genocidio armeno:

——–

QUI ancora potete “adottare” una di tante altre storie, direttamente dal sito dello YAD VASHEM (Il giardino dei Giusti).

A presto

La prof

Pubblicato in giornata del ricordo, Giornata della Memoria, seconda guerra mondiale, storia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Nous et le tremblement de terre_Earthquakes: “2° incontro con INGV

Nous et le tremblement de terre_Earthquakes

Oggi si è svolto il secondo incontro con Daniele Cinti, geologo dell’INGV, che ha incontrato le classi quinte della primaria e prime/terze della secondaria. Daniele ha trattato con noi i terremoti, i maremoti e gli tsunami e i vulcani: abbiamo parlato di magnitudo, di come si calcola, delle scale di misurazione, dei sismografi, degli epicentri, dei terremoti più forti che hanno devastato il mondo. In particolare, Daniele si è soffermato anche sulla situazione italiana, in modo da approfondire la conoscenza delle dinamiche che sottendono gli ultimi eventi sismici italiani: ricordando Messina, Avezzano, Irpinia siamo giunti a parlare  anche di Norcia e Amatrice e delle faglie che hanno generato gli ultimi terremoti nel centro Italia. Tutti i ragazzi hanno partecipato con attenzione ed interesse.
Ancora grazie a Daniele, che ci ha permesso di fare “scuola reale”, una scuola aderente alla realtà!

A voi le foto e i materiali visti insieme!

La prof

Pubblicato in eTwinning, geografia, Noi e il terremoto | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Giornata della memoria 2017: Diretta_Liliana Segre

Venerdi 27 gennaio 2017
ore 10.30

TESTIMONIANZA di LILIANA SEGRE

diretta live sul sito del Corriere della Sera

WWW.CORRIERE.IT

(Il collegamento sarà attivo solo pochi minuti prima dell’inizio della Testimonianza)

Pubblicato in scrittura creativa | Lascia un commento